Io parto consapevole: un incontro tra medici e future mamme per sfatare falsi miti e dare informazioni sul parto

Hero Image

Io parto consapevole: un incontro tra medici e future mamme per sfatare falsi miti e dare informazioni sul parto 

In vista della Giornata Nazionale della Salute della Donna che si celebrerà il prossimo 22 aprile, siamo lieti di informarvi che la nostra azienda si è fatta promotrice di un’iniziativa di sensibilizzazione sulle infezioni legate al taglio cesareo in occasione dell’evento aperto al pubblico, dal titolo  “Io Parto Consapevole”, che si è tenuto lo scorso 13 Aprile 2019 a Bergamo.  

Si è trattato di un incontro informale pensato per favorire un confronto con medici e ostetriche del territorio con l’obiettivo di offrire alle mamme e future mamme consigli e informazioni utili per prepararsi consapevolmente al parto e ai giorni immediatamente successivi. 

All’incontro hanno partecipato in qualità di relatori Professor Luigi Frigerio, Direttore U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Professor Franco Odicino, Direttore del Dipartimento Ostetrico-Ginecologico degli Spedali Civili di Brescia, Miriam Guana, Professore Associato di Scienze Infermieristiche Ostetrico-Ginecologiche all’Università degli Studi di Brescia.  

A corredo degli interventi da parte degli esperti, sono stati presentati i risultati di una ricerca condotta dall’istituto Ipsos sulla percezione e la conoscenza degli italiani sul parto cesareo e le possibili problematiche associate all’intervento, tra cui le infezioni della ferita. Il 44% degli italiani non ha mai sentito parlare della possibilità di contrarre infezioni a seguito del taglio cesareo e il 41% solo qualche volta.  

Per il suo carattere di utilità sociale l’evento, ha ricevuto il patrocinio dell’AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani), della SYRIO (Società Italiana di Scienze Ostetrico-Ginecologico-Neonatali) e della SICHIG (Società Italiana di Chirurgia Ginecologica), e ha visto la partecipazione di giornalisti, mamme-blogger e futuri genitori.